Showing 8 Result(s)
Donne Profili

La donna secondo Coco

Il 10 gennaio del 1971 all’Hotel Ritz di Parigi moriva a 87 anni  Coco Chanel, senza nessun dubbio, la  più grande icona della moda, donna straordinaria e rivoluzionaria che cambia per sempre la concezione del corpo femminile.

La storia di Gabrielle Bonheur Chanel  inizia a Saumuril 19 agosto 1883: un’infanzia sfortunata segnata dalla prematura morte della madre, dall’abbandono da parte del padre Henri-Albert Chanel,  venditore ambulante e dagli anni in affidamento alle suore del Sacro Cuore, a Aubazine, insieme alle sorelle Julia-Berthe e Antoinette.

Coco impara ben presto  a badare a se stessa o non sarebbe sopravvissuta: cresciuta da sola, giocava nel cimitero e si cuciva da sola le bambole di pezza. Avere vissuto in condizioni estreme le ha dato quella forza che poi l’ha sostenuta in tutta la sua vita.

 In nome di un futuro migliore, a diciotto anni Coco, insieme alla sorella Ninette, lascia il convento e  inizia a lavorare come commessa nel negozio di biancheria e maglieria Maison Grampayre, a Mulins, dove approfondisce le nozioni di cucito apprese dalle suore.

(altro…)

Donne Profili

L’ultima leonessa

Giulia Florio è stata una mamma eccezionale, per la sua dolcezza e per quel carattere forte che possedevano tutti i Florio: la determinazione era il loro tratto distintivo. Mia madre ebbe l’intelligenza di educarci senza farci mai pesare alcun rimpianto per quel tipo di vita che avremmo potuto avere”- così mi raccontava nel 2017 Costanza Afan De Rivera Costaguti, figlia di Giulia Florio e del Marchese Achille Belloso Afan De Rivera. Ero andata a trovarla nella sua casa, a Cefalù, da dove si ammira un panorama mozzafiato sulle Eolie. Minuta e svelta, dagli occhi vivissimi e dall’inconfondibile  inflessione romanesca, circondata da coppe, medaglie e targhe che raccontano passione, amore e vita:- “Sono nata a Roma e  fin da giovanissima mi sono dedicata alla politica, negli anni ho sempre cercato di promuovere l’immagine della Sicilia tanto da ricevere la cittadinanza onoraria comericonoscimento del suo amore per la città di Palermo e per il suo impegno alla promozione della città e dell’intera Sicilia nel mondo  nel ricordo della famiglia Florio, pezzo significativo e importante della storia positiva della nostra città e della nostra Regione”-.

(altro…)

Donne Profili

La signora con la lanterna

Sento che siamo ancora all’inizio dell’addestramento. Finché ogni povera madre non saprà come nutrire il suo bambino, lavarlo e vestirlo, le infermiere non avranno un’organizzazione, un principio e un’idea della loro vocazione e ogni povero malato non avrà un’infermiera distrettuale addestrata, non potremo dire di aver superato la soglia della formazione” – così scriveva la signora con la lanterna: Florence Nightingale , in una lettera scritta nel 1897,  considerata la fondatrice delle scienze infermieristiche moderne e una delle donne britanniche più influenti dell’Età vittoriana.

(altro…)