Eventi Salute & Benessere

A Marsala un convegno sulla flebolinfologia

da sx Mario Bellisi, Edmondo Palmeri, Gaspare Gulotta

“ L’Ordine dei Medici di Palermo può vantare la Commissione sulla Flebologia, primo Ordine in Italia ad averla istituita, segno dell’attenzione crescente verso la disciplina Flebo-Linfologia che negli ultimi anni va sempre più affermandosi sia in Italia che in Europa.  L’importanza del coinvolgimento e del confronto reciproco tra medici italiani ed dell’area del Mediterraneo, vuole essere di stimolo alla crescita professionale affrontando anche le problematiche che la pandemia da Covid-19 ha determinato nella patologia Flebo-Linfatica.”- dichiara il dott. Palmeri, Presidente del  Simposio SIF Sud Italia, docente di Flebologia nei corsi di perfezionamento universitari e componente del Consiglio Direttivo Nazionale della SIF Società Italiana di Flebologia

La manifestazione di Marsala vuole mettere in evidenza l’ importanza del ruolo del Flebologo che soprattutto in Sicilia e nell’Italia meridionale sta avendo acquisendo sempre più spazi, grazie anche all’impegno di tanti giovani medici che  si stanno avvicinando a questa disciplina con tanta voglia di collaborare fattivamente. Infatti durante il simposio sono previste delle sessioni proprio dedicate ai giovani, per tale occasione si è voluto istituire un Premio alla Memoria del Prof. L. F. Cortese, Professore Ordinario di Chirurgia Vascolare della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Palermo, figura accademica di spicco fino al 1990 e tra i soci fondatori della SIF. L’obiettivo del Congresso è quello di valutare lo stato dell’arte della flebologia, studio della Malattia Venosa, sia dal punto di vista del Chirurgo che del  Flebologo clinico, al fine di favorire formazione e aggiornamento ai medici specialisti e ai colleghi che si interessano di malattie vicine alla malattia venosa quali angiologi, dermatologi, ginecologi, chirurghi plastici e medici estetici” – sottolinea il dott.  Mario Bellisi, Responsabile della Unità Operativa Semplice Dipartimentale di Flebolinfologia dell’Azienda  Ospedaliera   Universitaria Policlinico di Palermo, Responsabile Regionale SIF e Presidente del Congresso Regionale SIF.

Altro tema di rilievo che va sempre più coinvolgendo i medici della materia, e che verrà trattato con grande attenzione, è quello inerente il Linfedema e i trattamenti più innovativi ed efficaci. “La linfologia è una delle branche mediche di estrema  importanza – dichiara il dott. Lorenzo Ricolfi, esperto Linfologo di Bordighera che sarà presente nella sessione Mediterranea – in quanto il Sistema Linfatico essendo presente ovunque nel nostro corpo, può andare incontro per diversi motivi, ad alterazioni e disturbi della funzione; è molto importante, quindi, fornire i rudimenti di base per avviare i colleghi flebologi, e non solo, per insegnare le cognizioni basilari a un approccio  multidisciplinare. Sicuramente il ruolo del simposio è fondamentale perché permetterà a colleghi di diversa estrazione culturale e di diversa formazione, di confrontarsi e crescere nell’acquisizione di innovative metodiche terapeutiche”

A concludere la manifestazione sarà la Sessione dedicata al Convegno Mediterraneo, momento di pregio e di particolare interesse formativo, finalizzata allo scambio di esperienze professionali con colleghi dell’area Mediterranea, guidato dal Prof. Giuseppe Genovese, Presidente Fondatore SIF e della Società Mediterranea di Flebologia, che vedrà avvicendarsi importanti relatori, Italiani, Greci, Turchi ed Egiziani.

Presidente Onorario dell’evento è il Professore Gaspare Gulotta, gia’ Direttore DAI Chirurgico del Policlinico di Palermo da poco insignito dell’Onorificenza di Professore Onorario dell’Ateneo dal Rettore dell’Università di Palermo.

L’evento scientifico della Società Italiana di Flebologia, a cui parteciperà il Presidente, dott. Marco Viani e diversi componenti la SIF Nazionale, con  il Coordinamento Scientifico del dott. Francesco Ferrara, Coordinatore Area Sud della SIF, è stato patrocinato dall’Ass.to Regionale alla Salute, dall’Assemblea Regionale Siciliana, dall’Università degli Studi di Palermo, dall’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Giaccone di Palermo e dal Cefpas di Caltanissetta.

 

Paola Idilla Carella è giornalista, autore Tv, Press Office e PR
(Cit.) Io, la muta, la indosso soltanto. Non la faccio!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: